Garzanti Libri on Facebook


Feed RSS novità Garzanti Libri

Aggiungi alla tua home page di Google




Grasso Aldo
Televisione

Le Garzantine
5000 voci, 3 appendici, 144 tavole.

992 pagine
€ 36.00
ISBN 881150526-6

# Programmi
# Personaggi
# Generi
# Eventi
# Le parole della televisione

In appendice
# Il quadro legislativo
# La normativa a tutela dei minori
# Bibliografia


Il fenomeno televisivo è affrontato nella sua complessità, considerandone tutte le componenti: storiche, strutturali, linguistiche, estetiche, organizzative, professionali, con un ricco e aggiornato repertorio alfabetico organizzato intorno a tre filoni portanti: programmi, generi ed eventi; protagonisti (autori, attori, conduttori, registi, studiosi di mass media e di comunicazione); termini tecnici e nozioni teoriche.
Alcune schede tematiche costituiscono degli approfondimenti, azzardando prese di posizione anche provocatorie e spregiudicate, o offrendo suggestioni capaci di fornire una risposta ai quesiti che la curiosità del lettore sollecita. La documentazione fotografica che correda il volume rappresenta una «storia dentro la storia» e fornisce una «pista visiva» lungo la quale abbandonarsi a suggestivi e personali «amarcord»: l'informazione e la cultura, i grandi sceneggiati e la fiction, il varietà e i giochi a premi, la TV dei ragazzi e la pubblicità.



Altri libri di Grasso Aldo:

Aldo Grasso è critico televisivo e editorialista del «Corriere della Sera» e insegna Storia della radio e della televisione all'Università Cattolica di Milano. Ha ideato e condotto la fortunata serie radiofonica A video spento e ha diretto i programmi radiofonici della RAI nella breve stagione dei «Professori» (1993-94). È autore tra l'altro della monografia S.M. Eisenstein (1974), di Linea allo studio (1989), di Le televisioni in Europa (1990, ricerca condotta per la Fondazione Agnelli), di La scatola nera della pubblicità (2000), di Radio e Televisione (2000). Per Garzanti ha scritto la Storia della televisione italiana (prima edizione 1992, nuova edizione aggiornata e accresciuta 2000) e ha curato l'Enciclopedia della televisione (1996).
Il suo forum sul sito del "Corriere della Sera"TeleVisioni, "Critiche, proteste, segnalazioni, chiarimenti, dispute e quant'altro", è assai seguito.